TAGLIAFERRI Nicola (Nino )

n. 1913 Firenze. Tenente complemento fanteria, XLI battaglione coloniale.

Studente in legge nell’Università di Roma, interrompeva gli studi per frequentare, volontario, il corso allievi ufficiali di complemento alla Scuola di Moncalieri il 20 luglio 1933 e il 30 novembre dello stesso anno usciva sottotenente assegnato al 78° fanteria. Collocato in congedo il 21 gennaio 1935, otto mesi dopo veniva richiamato e, destinato alle truppe mobilitate per l’A.O. (Africa Orientale), si imbarcava a Napoli per la Somalia a fine dicembre sbarcando a Mogadiscio il 2 gennaio 1936. Assegnato al IV battaglione eritreo e comandato due mesi dopo in accompagnamento di truppe indigene destinate in Libia, sbarcava a Bengasi il 4 marzo. Dopo circa sette mesi di permanenza in Cirenaica, destinato al XLI battaglione eritreo, ripartiva da Tobruk per l’A.O. il 7 ottobre. Promosso tenente prendeva parte col suo battaglione ad operazioni di polizia. Dopo la sua eroica fine gli veniva conferita dall’Università di Roma la laurea in giurisprudenza ad honorem.

Altre decorazioni: Cr. g. V.M. (Croce di guerra al Valor Militare) (Adi Ucher- Lasta, 1937).

Assunto volontariamente il comando di una sezione mitragliatrici per una sortita da posizione fortemente premuta dai ribelli, con ardimento e perizia la conduceva al fuoco. Colpito gravemente allo addome, in un momento critico in cui la compagnia stava per essere avvolta su di un fianco, pur conscio della sua fine e dominando il dolore della ferita, reagiva con subitanea manovra salvando il reparto minacciato. Colpito alla testa, cadeva esanime sul campo, coronando col sacrificio il gesto eroico. Cantà Mariam, 31 gennaio 1938.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 279.

.

error: Contenuto protetto !!