GIULIANI Luigi

n. 1891 Celano (L’Aquila). Centurione 535° battaglione CC.NN. (Camice Nere) Bandera “Falco”.

Compì gli studi nell’Istituto Tecnico di Alessandria ed esercitò per alcuni anni  il commercio. Chiamato alle armi nel novembre 1915 e destinato al 42° reggimento fanteria partecipò alla 1a guerra mondiale col reparto arditi reggimentale. Ottenne la promozione a sottotenente di complemento nel maggio 1917 nel 123° reggimento ed a tenente nello stesso reggimento nel maggio 1918. Congedato nel 1919 fu legionario di Ronchi con d’Annunzio a Fiume e successivamente passato nei quadri della Milizia fu nominato istruttore preliminare nella legione di Firenze. Inviato in servizio non isolato all’estero assunse il comando della 2a compagnia del 535° battaglione speciale (Bandera Falco).

 

Comandante di compagnia, già distintosi in un’altra battaglia per singolare coraggio e felice iniziativa, avendo chiesto ed ottenuto, pur essendo in menomate condizioni fisiche perché in in stato febbricitante, di partecipare ad una rischiosa impresa, destinata a libeare un reparto circondato dall’avversario, si lanciava con pochi uomini contro il nemico, riuscendo a creare un varco nello schieramento dello stesso, attraverso il quale si iniziò il salvataggio degli assediati. Accortosi, nel frattempo, che l’avversario partiva al controattacco per richiudere il varco, si lanciava al controassalto alla testa dei pochi altri e, venuto al corpo a corpo, immolava eroicamente la sua vita, permettendo col suo sacrificio il completo raggiungimento dello scopo dell’azione. – Puerto de Leon – Palacio Ibarra, 7 febbraio – 14 marzo 1937.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 220.

 

error: Contenuto protetto !!