LA SALA Felice

n. 1919 Contursi. (Salerno). Sergente caposquadra, 3° reggimento fanteria.

Calzolaio di mestiere, alla chiamata alle armi per il servizio di leva fu destinato al 31° reggimento fanteria e ebbe i galloni di caporale nel febbraio 1938. Promosso sergente nel novembre successivo al comando di una squadra di arditi partecipava nel giugno 1940 alle operazioni di guerra alla frontiera occidentale. Il 19 settembre dello stesso anno, partiva col reggimento per l’Albania sbarcando a Durazzo il giorno dopo.

Partecipava con una squadra di arditi alla conquista di un munito caposaldo nemico. Durante l’azione, visto che ogni ulteriore avanzata era ostacolata dal fuoco nutrito e preciso di una arma automatica postata in un ridottino, con assoluto sprezzo di ogni pericolo, si lanciava da solo contro l’apprestamento nemico per ridurlo al silenzio. Colpito una prima volta alla mano destra da una raffica che gli faceva cadere a terra il moschetto, non si fermava nel suo scatto. Giunto sotto il ridottino, vi lanciava dentro, servendosi della sola mano sinistra, tutte le sue bombe. Colpito una seconda volta gravemente, sulla posizione conquistata, incitava i suoi fanti a procedere sollecitamente oltre, e li guidava fino a quando cadeva esausto, consacrando col sacrificio della vita il pieno successo ottenuto. Povla (Fronte greco)28 ottobre 1940.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 442.

 

error: Contenuto protetto !!