MAGGI Giorgio

n. 1917 Alessandria. Tenente s.p.e. (servizio permanente effettivo)fanteria, 49° reggimento fanteria.

Uscito sottotenente dall’Accademia Militare di Modena il 1° ottobre 1938 e frequentata la Scuola di applìcazione, veniva destinato al 37° reggimento fanteria Ravenna col quale, nel giugno 1940, partecipava alle operazioni sul fronte occidentale. Promosso tenente il 1° ottobre 1940 e trasferito al 49° fanteria Parma, partiva per l’Albania nel dicembre successivo prendendo parte con la 6^ compagnia del II battaglione alla dura lotta svoltasi sul fronte greco-albanese.

Altre decorazioni: Cr.g. al V.M. (Croce di guerra al Valor Militare) (Fronte italo-francese, 16-24 giugno 1940).

Comandante di plotone, alla testa dei suoi uomini, con audacia e grande valore, si lanciava all’assalto per rioccupare una importante posizione. Ferito, rifiutando ogni cura, continuava nell’azione e, ricacciato l’avversario, resisteva con ardimento ai rinnovati urti di soverchianti forze nemiche. A tarda sera, definitivamente stroncato l’ultimo e più forte attacco nemico, mentre in piedi sulla trincea inneggiava alla vittoria conseguita e con la visione del nemico in fuga, rincuorava i propri uomini, colpito da granata che gli squarciava il petto e le gambe, cadeva da eroe. Luminoso esempio di eroica fede e di indomito coraggio.- Bregu Saliut-Pendici orientali del Tomori (Fronte greco), 13 febbraio 1941.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 571.

 

error: Contenuto protetto !!