NERI Alessio

n. 1911 Novi (Modena). Tenente s.p.e. (servizio permanente effettivo) A.A. (Arma Aeronautica), pilota.

Fratello di altro aviatore, valoroso pilota, perito in un incidente di volo nel ’32, conseguita la maturità classica a Modena, fu ammesso all’Accademia Aeronautica di Caserta dalla quale uscì aspirante ufficiale nell’ottobre 1933. Nominato pilota d’aeroplano nel giugno 1934 e sottotenente nel settembre successivo con anzianità 1° ottobre 1933, fu destinato nel luglio 1935 al 4° stormo C.T. (Caccia Terreste) a Udine, dove ottenne la promozione a tenente. Nel gennaio 1936 fu trasferito al 6° stormo C.T. a Gorizia fra i piloti di alta acrobazia. Dal 1° maggio 1937 fu alla Scuola caccia a Castiglione del Lago quale istruttore di pilotaggio a doppio comando e d’acrobazia. Il 17 settembre partì volontario in missione speciale oltremare, assegnato alla 31^ squadriglia. Dopo appena tre settimane di intensa attività di volo in Spagna, in un combattimento aereo impegnato nel pomeriggio del 12 ottobre sul cielo di Fuentes, precipitava con l’apparecchio in fiamme. Salvatosi col paracadute, venne catturato ed ucciso.

Ufficiale volontario in una guerra combattuta per l’affermazione dell’ideale fascista, pilota da caccia di straordinarie qualità e degno continuatore di una gloriosa tradizione familiare, in un combattimento impegnato generosamente contro un nemico in netta superiorità numerica e tattica, si batteva con leonina aggressività e stupendo valore, finché sopraffatto e colpito nelle parti vitali della sua macchina, era costretto a prendere terra in territorio nemico. Accerchiato da orde comuniste, continuava a combattere a colpi di pistola, ben conscio che tale supremo ardimento contro un siffatto nemico avrebbe determinato il suo sacrificio. Catturato, coronava da eroe la sua nobile vita. Cielo di Spagna, ottobre 1937.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 268.

error: Contenuto protetto !!