PADOVANI Federico

n. 1912 Lugo (Ravenna). Sottotenente complemento fanteria, 3° reggimento Frecce Nere.

Laureando nella facoltà di Scienze economiche nell’Ateneo bolognese dopo avere conseguito il diploma di perito in agraria, si dedicò anche allo sport e al giornalismo sportivo come redattore ed inviato speciale della Gazzetta dello Sport e di altri giornali. Nel novembre 1935 fu ammesso al corso di istruzione presso il 94° reggimento fanteria in Fano, quale aspirante alla nomina a sottotenente di complemento, e nel maggio 1936 ne ottenne la promozione, raggiungendo, a fine d’anno, il 28° fanteria per compiervi il servizio di prima nomina. Offertosi invano di partecipare alle operazioni di guerra in A.O. (Africa Orientale), fu tra i primi a chiedere di essere inviato in Spagna. Trasferito a Napoli per quella destinazione, nel febbraio 1937 dal piroscafo Calabria sbarcava a Cadice. Affidatogli il comando del plotone esploratori del 3° reggimento Frecce Nere, cadde gravemente ferito il 3 maggio 1937 sul fronte di Teruel e decedeva nello stesso giorno in un ospedaletto da campo. Nel 1939 alla sua memoria fu conferita ad honorem la laurea in Scienze economiche e commerciali dall’Università di Bologna.

Capace ed ardito ufficiale, distintosi precedentemente sul fronte di Jarama. Nell’azione epica di Bermeo si spinse arditamente avanti per mantenere il contatto col nemico ripiegante. Ricevuto ordine di ripiegare condusse la sua esigua e martoriata truppa nella difficile e cruenta operazione con serena calma, sempre presente  ove maggiormente era il pericolo. Per più giorni, quasi accerchiato, resistette tenacemente, contribuendo al successo finale. Ferito a morte, le sue ultime parole furono rivolte con sublime entusiasmo alla Patria, al Duce alle sue Frecce Nere. – Bermeo, 30 aprile 1937 1-3 maggio 1937.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 231.

error: Contenuto protetto !!