SACCHETTO Ulderico

sacchetto-ulderico053n. 13 ottobre 1911 Roma. Sottocapo silurista M.M. (Marina Militare).

Esercitava il mestiere di meccanico in Roma allorché nel 1929 si arruolò volontario nella M.M. in qualità di allievo silurista e dopo avere prestato servizio su varie siluranti raggiungendo il grado di sottocapo silurista venne collocato in congedo nell’ottobre 1938. Un anno più tardi, nel settembre 1939, fu richiamato e destinato sul cacciatorpediniere Manin allora dislocato nel Mar Rosso.

Imbarcato su cacciatorpediniere dislocato in mari lontani dalla Patria prendeva parte al tentativo di attacco a base navale avversaria durante il quale l’unità era sottoposta ad incessanti attacchi aerei che la danneggiavano gravemente sino a renderla inerme relitto in preda alle fiamme. Durante le disperate ore di lotta restava serenamente al proprio posto di combattimento ed abbandonava fra gli ultimi la nave. Essendosi reso necessario provvedere affinché l’ordine di affondare la unità avesse rapida esecuzione, si offriva volontariamente per ricondurre a bordo con un battellino il proprio ufficiale in seconda ed il direttore di macchina e, salito con essi sul bastimento malgrado intenso mitragliamento di aerei incrocianti a bassa quota per affrettarne la fine, scompariva in mare con la nave nel generoso tentativo. Esempio di alte virtù militari e di elevatissimo sentimento del dovere. –  Mar Rosso, 3 aprile 1941.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 632.

 

 

error: Contenuto protetto !!