TADINI Mario

n. 1914 Castano Primo (Milano). Aviere scelto aiuto motorista A.A. (Arma Aeronautica).

Soldato di leva si arruolò nell’aprile 1935 nell’Aeronautica in qualità di allievo motorista e nel maggio venne assegnato al 14° stormo da bombardamento. Nominato aviere scelto motorista nell’ottobre successivo, volle seguire l’esempio del padre e del fratello volontari nella guerra d’Africa e nel novembre partiva per l’Eritrea ove veniva destinato alla 6^ squadriglia da bombardamento. La sua acquisita perizia nella specializzazione e la sua bravura lo portarono a distinguersi in varie azioni di guerra. Gravemente ferito da pallottola esplosiva, decedeva il 19 marzo 1936 nel posto di ricovero di Forte Galliano.

Durante un’azione aerea di bombardamento, rimasti feriti il proprio ufficiale pilota ed altri due uomini dell’equipaggio, raggiunto in pieno da un proiettile di artiglieria avversaria che gli troncava una gamba e produceva larghi squarci ai serbatoi del carburante, ricusava ogni amorosa assistenza e sollecitava i propri camerati perché avessero soprattutto cura del loro ufficiale. Raccolte in un estremo sforzo le proprie energie, strappato un lembo della propria tenuta di lavoro, riusciva ad effettuare un tamponamento di fortuna al serbatoio centrale assicurando per tal modo l’alimentazione dei motori e la salvezza dell’equipaggio e del materiale di volo. Nella medicazione a terra sopportava con stoica fermezza il tormento della ferita e, conscio dellimminente fine, dedicava l’ultimo anelito della propria generosa esistenza all’invocazione dell’Italia vittoriosa, lieto di aver offerto in olocausto la propria vita per la gloria del Re, della Patria, del Duce, dell’Arma. Cielo di Quoram, Ascianghi, 18 marzo 1936.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 161.

error: Contenuto protetto !!