VOLPI Pietro

n. 1911 Treviglio (Bergamo). Tenente s.p.e. (servizio permanente effettivo) fanteria, XI battaglione coloniale.

Impiegato presso l’Istituto sperimentale agrario di Torino ed iscritto contemporaneamente nella Facoltà di agraria nell’Università di Milano, fu chiamato alle armi nel novembre 1931. Ammesso alla Scuola allievi ufficiali di Moncalieri, fu promosso sottotenente nel giugno 1932 e assegnato al 53° reggimento fanteria; fu congedato nel gennaio 1933. Due anni più tardi, nel marzo 1935, veniva richiamato a domanda per essere trasferito nel R.C.T.C. (Regio Corpo Truppe Coloniali) dell’Eritrea. Sbarcato a Massaua il 21 marzo, fu destinato all’XI battaglione coloniale della 3^ Brigata eritrea. Distintosi nelle operazioni per la occupazione dell’Ovest etiopico come comandante di un plotone della 2^ compagnia, ne divenne il comandante dopo la sua promozione a tenente effettivo, conseguita nell’agosto 1937.

Altre decorazioni: Cr.g. al V.M. (Croce di guerra al Valor Militare) (Af Gagà-Govo Novarit -A.O. (Africa Orientale), 25 dicembre 1935); trasferito in s.p.e. per meriti di  guerra (Goggiam, 21 agosto 1937).

Comandante di compagnia coloniale, durante un violento, sanguinoso combattimento dava continue prove di eroismo, gettandosi ripetutamente alla testa dei suoi uomini, contro l’avversario superiore in forze. Ferito, grondante di sangue, continuava a combattere, contendendo palmo a palmo il territorio all’attaccante. Accortosi che un suo ufficiale ferito era per cadere nelle mani dell’avversario, alla testa di pochi animosi, accorreva in aiuto del suo compagno d’armi e, nell’atto sublime disoccorrerlo, cadeva, colpito al cuore da piombo avversario. Durante tutta la cruenta, vittoriosa azione ogni suo atto fu un atto di valore. Onore alle truppe coloniali d’Italia. Africa Orientale, 6 marzo 1941.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 585.

 

error: Contenuto protetto !!