BOCCHERINI Otello

n. Roma 1918, m. Monte Pomponi (Arezzo) 2 settembre 1944. Sergente genio, paracadutista.

boccherini

Otello Boccherini (1918-1944)

Chiamato alle armi presso la 54^ compagnia artieri dell’8 reggimento genio nel marzo 1940, fu trasferito all’8^ compagnia del 185° battaglione della Divisione Nembo il 27 luglio 1941 e promosso caporale il 10 agosto 1942, caporal maggiore il 3 febbraio 1943. Inviato in Sardegna con battaglione nel febbraio dello stesso anno, partecipò alle operazioni di guerra svoltesi in territorio metropolitano. Promosso sergente fu trasferito a domanda allo squadrone paracadutisti F della Folgore inquadrato in una grande unità alleata nella guerra di liberazione. Fu catturato a Monte Pomponi unitamente al tenente Capanna decorato anch’egli di Medaglia d’Oro alla memoria.

Sottufficiale paracadutista di alto rendimento, volontario in un reparto arditi da ricognizione, caduto ferito e fatto prigioniero durante una difficilissima azione esplorativa oltre le linee tedesche, rifiutava sdegnosamente di fare rivelazioni relative al suo reparto nonostante le atroci sevizie alle quali veniva sottoposto dai tedeschi, che infine lo trucidarono barbaramente a colpi di bastone. Esempio di eroico stoicismo e di elevato senso del dovere. – Monte Pomponi (Arezzo) 2 settembre 1944.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 537.

error: Contenuto protetto !!