8 dicembre 2015 | Sacrario di Monte Lungo

mlLa battaglia di Montelungo fu combattuta durante la seconda guerra mondiale, nel corso della campagna d’Italia. Fu il primo episodio dopo l’armistizio di Cassibile che vide in azione una nuova formazione militare italiane del cosiddetto Esercito cobelligerante a fianco degli alleati. Il primo attacco degli italiani venne duramente respinto dai soldati tedeschi il 7 dicembre 1943 e ci furono sbandamenti; solo con l’intervento di reparti americani l’altura venne conquistata dagli alleati con un secondo attacco il 16 dicembre. I tedeschi ripiegarono ordinatamente sulla successiva posizione fortificata della Linea Gustav. Il comando alleato, per saggiare le capacità operative di questo nuovo reparto, gli assegnò un compito: attaccare e conquistare Monte Lungo, nel comune di Mignano Monte Lungo, in provincia di Caserta. Per opporsi all’avanzata nemica, i tedeschi avevano fatto saltare in aria il 29 e il 30 settembre varie abitazioni, la fortezza, il municipio ed il ponte sul torrente Rava, unico passo tra la consolare Casilina ed il centro di Mignano. Il 3 dicembre gli Italiani, appoggiati da due reggimenti di fanteria ed un battaglione di ranger americani, ricevettero l’ordine di conquistare monte Lungo. L’8 dicembre, come previsto nei piani alleati, attaccarono avanzando coperti dalla spessa nebbia, ma questa venne spazzata inaspettatamente da un forte vento: il Raggruppamento, preso di infilata da postazioni laterali che gli statunitensi non erano riusciti a conquistare, subì forti perdite e fu costretto a ripiegare.[Documentazione completa]


In occasione del 72° della Battaglia di Monte Lungo, presso le sale del comune di Mignano verrà esposta la mostra “DONNE decorate di Medaglia d’Oro al Valore Militare“.  Un incontro “ideale” tra le giovani donne del nord e i giovani militari che hanno perso la vita contro un nemico comune. ONORI!

error: Contenuto protetto !!