IANNOTTA Antonio

n. a Pignataro Maggiore (Caserta) il 6 giugno 1907 (Wikipedia). Capitano complemento artiglieria, partigiano combattente.

Laureatosi a Napoli in giurisprudenza nel 1930, nel novembre dell’anno successivo fu ammesso quale allievo ufficiale di artiglieria nella Scuola di Brà. Sottotenente nel 10° reggimento artiglieria pesante, fu congedato a fine gennaio 1933. Promosso tenente nel 1936, due anni dopo, nel luglio 1938, ottenne di partire per la Spagna assegnato al reggimento d’artiglieria della Divisione Frecce Azzurre. Richiamato alla vigilia della seconda guerra mondiale partecipò, nel giugno 1940, alle operazioni svoltesi alla frontiera occidentale col LVIII gruppo del 9° raggruppamento G.a.F. (Guardia alla Frontiera). Dal marzo 1941 fu in Albania, sul fronte greco-albanese, col 19° artiglieria Venezia. Rimpatriato nell’aprile 1942, fu assegnato al Comando del XVII C.A. (Corpo d’Armata) dove conseguì poco dopo la promozione a capitano. L’armistizio dell’8 settembre 1943 lo trovò in servizio a Roma. Esercitò la libera professione di avvocato e, fu anche, per parecchi anni, consigliere provinciale a Caserta. Nel dopoguerra fu consigliere delegato di una Società di industria cinematografica. Decedè a Roma il 22 marzo 1958.

Ufficiale di complemento, combattente valoroso dell’attuale guerra, dopo l8 settembre 1943 manifestò subito decisa e superba volontà di lotta contro l’oppressore nazifascista. Impareggiabile nell’organizzazione della lotta clandestina di cui è stato tra i massimi e più fattivi esponenti, in strettissimo ed operante contatto con tutte le forze della resistenza, magnifica figura della guerriglia partigiana dell’Italia Centrale, ha dimostrato in innumerevoli episodi di valore, nella dura vicenda dell’occupazione, eccezionale coraggio e dedizione incondizionata alla santità della causa. Ricercatissimo dal nemico che ne temeva capacità ed ardire, vivendo per mesi tra fucilazioni ed arresti, sprezzante di ogni pericolo, presente in ogni rischio ed in ogni incitamento, ha dato alla Patria, con l’esempio e l’azione, grandissimo apporto di eroiche e memorabili gesta. Leggendaria figura della lotta partigiana. Lotta partigiana dell’Italia Centrale, 8 settembre 1943 – 4 giugno 1944.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 462.