Cenni storici sulla Brigata Paracadutisti FOLGORE

Origini
Nel marzo 1938 si costituisce, in Libia, il Battaglione “Fanti dell’aria” (Libici) che si trasforma in reggimento nel maggio dello stesso anno .
Il 15 ottobre 1939, in Italia, sorge la Scuola di Paracadutismo , presso l’aeroporto di Tarquinia.
In questa Scuola, nel 1940, vengono addestrati al lancio ed alle forme di combattimento i primi reparti paracadutisti nazionali, che danno vita, il 10 luglio 1940, al 1° btg. Carabinieri paracadutisti.
Nel settembre 1941 viene costituita la Divisione paracadutisti, che assume, all’atto dell’arrivo in Africa Settentrionale, nel luglio 1942, il nome di “Folgore”.

Campagne di guerra e vicende
Seconda Guerra Mondiale
(1) 1942 Africa Settentrionale: Alamein (Passo del Cammello – Bab el Qatarra – Deir Alinda – Alan Nail – Deir el Munassib – q. 125 – Haret el Himeimat – Naqb Rala).
(2) 1943 Africa Settentrionale: Homs – Zuara – Zavia – Medenine Uadi Akarit – Enfidaville – Takruna – Capo Bon.
(3) 1944-1945 Italia: Filottrano – Tossignano – Grizzano – Poggio Rusco.

Ricompense alle Bandiere
3 Medaglie d’Oro
2 Medaglie d’Argento
1 Medaglia di Bronzo
1 Croce di Guerra.

Stemma della Brigata paracadutisti "Folgore"

Stemma della Brigata paracadutisti “Folgore”

Il ciclo evolutivo delle aviotruppe italiane, successivo al termine del secondo conflitto mondiale, inizia nel 1947 con la costituzione del Centro Militare di Paracadutismo e porta , nel gennaio 1963, alla costituzione della Brigata Paracadutisti, la quale, in data 10 giugno 1967, riassume ufficialmente il glorioso nome di “Folgore”. Per onorare tale ambita denominazione, in data 10 marzo 1968, il Ministero Difesa concede il nuovo distintivo a scudetto sul quale spicca la prestigiosa ” Folgore”.
In data 1 ottobre 1975 viene adottato il nuovo ordinamento che prevede lo scioglimento del 1° Reggimento paracadutisti e la dipendenza diretta dei battaglioni dal Comando Brigata; in data 10 gennaio 1983 la Scuola Militare di Paracadutismo passa alla dipendenza del Comandante della Brigata e in data 31 maggio 1991 viene costituito in Pistoia il 183° btg.f.par. “Nembo”.
Nel periodo successivo alla sua costituzione la Brigata par. è stata impiegata con i reparti dipendenti e con aliquota del Comando in soccorso di popolazioni colpite da calamità naturali sul territorio nazionale e in missioni di pace all’estero. In particolare:
– novembre 1966 alluvione di Firenze;
– 1966-1971 concorso alla costituzione del Reparto speciale antiterrorismo in Alto Adige;
– novembre 1980 – gennaio 1981 operazioni di soccorso alle popolazioni delle zone terremotate dell’Irpinia;
– 23 settembre 1982 – 5 marzo 1984 concorso alla costituzione del contingente italiano nella forza multinazionale in Libano;
– 1987 alluvione della Valtellina;
– 28 aprile – 4 ottobre 1991 costituzione del contingente di pace Airone per soccorso alle popolazioni curde nel Nord Irak;
– nel 1991 inoltre la Brigata ha effettuato in seguenti interventi:
• impianto e sistemazione sul territorio nazionale di campi per il ricovero e l’assistenza dei profughi albanesi;
• evacuazione e protezione per il rientro in Patria dei connazionali coinvolti nei disordini interni in Somalia e in Etiopia;
– nel corso degli anni innumerevoli interventi di protezione civile per lo spegnimento di incendi boschivi tra i quali sono da menzionare per la loro rilevanza quello nelle province di Livorno, Pisa e Lucca nel 1990.
(Da: Il Secondo Risorgimento d’Italia, Anno I n.6-7-8 giugno, luglio, agosto 1992)

Il gen. Poli saluta la Folgore

Il gen. Poli saluta la Folgore

Share this... Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email