GAMBAUDO Giovanni

n. 1915 Moasca (Asti). Sottotenente complemento, 186° reggimento paracadutisti, Divisione Folgore.

Diplomato ragioniere e iscritto al terzo anno di economia e commercio all’Università di Torino, veniva chiamato alle armi nel dicembre 1937 ed ammesso a frequentare il corso allievi ufficiali di complemento era nominato sottotenente nell’ottobre 1938, nel 92° reggimento fanteria Congedato nel febbraio 1939 e ripresi gli studi si laureava dottore in economia. Richiamato nel dicembre 1940 presso il 92° fanteria, nel settembre 1941 fu ammesso volontario nella Scuola paracadutisti di Tarquinia. Ultimati i corsi di addestramento e trasferito nel gennaio 1942 al 186° reggimento paracadutisti della Divisione Folgore, partiva sei mesi dopo per l’A.S. (Africa Settentrionale)  dove si distingueva subito in numerose azioni di pattuglia sul fronte di El Alamein.

Altre decorazioni: M.B. (Medaglia Bronzo) (Deir um Kawahir, A.S., agosto 1942).

Comandante di centro avanzato attaccato da preponderanti forze corazzate e motorizzate, per tutta la notte, con il tiro delle proprie armi, riusciva ad inchiodare il nemico davanti alle sue posizioni, arrestandone lo slancio offensivo, e causandogli forti perdite. All’alba, per quanto ferito, con i pochi superstiti, si lanciava al contrassalto, per alleggerire la pressione sui centri di resistenza laterali. Ricacciato nel suo centro dall’azione dell’artiglieria nemica, ormai quasi privo di uomini, ferito una seconda volta, riprendeva personalmente il fuoco con le armi rimastegli. Ferito per una terza volta ed intimatagli la resa, rifiutava; ritto in piedi, sparava l’ultimo caricatore di moschetto sul nemico, e colpito una quarta volta, moriva al suo posto di combattimento gridando: La Folgore muore ma non si arrende! Viva l’ltalia!. – Qaret el Himmeimat (A.S.), 23-24 ottobre 1942.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 101.

 

error: Contenuto protetto !!