SALVATONI Giovan Battista

n. 1909 Gandino (Bergamo). Caporal maggiore 2^ batteria d’accompagnamento Centauro.

Chiamato alle armi nell’aprile 1930, prestò servizio nel 2° reggimento artiglieria da montagna fino al settembre 1931 allorché venne congedato col grado di caporal maggiore, idoneo al grado di sergente. Nel novembre 1936, arruolatosi volontario per l’A.O.I. (Africa Orientale Italiana), fu destinato dal deposito del 7° artiglieria divisionale al gruppo artiglieria divisionale di marcia A.O.I. Successivamente ottenne di passare fra i volontari per la Spagna, e si imbarcò a Napoli il 5 febbraio. Fu assegnato alla 2^ batteria di accompagnamento del II gruppo Bandera della Divisione Centauro.

Puntatore scelto e capo pezzo di un cannone, rimaneva coraggiosamente al suo posto sotto un violento bombardamento di artiglieria sino a quando una granata metteva fuori combattimento l’arma ed i serventi. Rimasto miracolosamente illeso, accorreva ad altro pezzo della batteria riuscendo con esso a colpire ed immobilizzare un carro armato nemico. Essendosi inceppato il congegno di tiro, incurante del grandinare dei proiettili, ritornava al suo pezzo distrutto, ne toglieva l’otturatore e, rimesso in efficienza il secondo pezzo, seguitava a battere efficacemente altri carri armati nemici, finché, colpito a morte da una granata, cadeva abbracciato al suo cannone. Palacio Ibarra, 14 marzo 1937.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 221.

error: Contenuto protetto !!