SAROTTI Rosolino Giovanni Battista

n. 1901 Edolo (Brescia). Sergente maggiore 1° reggimento fanteria d’Africa.

Chiamato alle armi con la sua classe, prestò servizio nel 5° reggimento artiglieria da campagna dal novembre 1920 al luglio 1922. Riammesso in servizio con ferma speciale per la Colonia, sbarcava a Tripoli nel febbraio 1926 assegnato a quella Direzione d’artiglieria. Promosso sergente nell’ottobre 1929, dopo aver frequentato un corso allievi sottufficiali, veniva trasferito al Gruppo squadriglie auto-blindate. Col grado di sergente maggiore, ottenuto nel settembre 1931 e passato nella carriera continuativa nel febbraio 1934, veniva trasferito nel R.C.T.C. (Regio Corpo Truppe Coloniali) della Somalia. Sbarcava a Mogadiscio il 15 febbraio 1935 assegnato al 1° reggimento fanteria d’Africa, 1^ compagnia carri armati.

Capo squadra di un carro d’assalto, in aspro combattimento si distingueva per ardimento e valore personale. Avuto il proprio carro immobilizzato nel generoso tentativo di trarne un altro in salvamento, si rifiutava di abbandonarlo, difendendosi animosamente in una lotta impari contro masse urlanti ed inferocite. Immolava eroicamente la propria esistenza emergendo dal carro in disperata difesa ed al grido: Viva l’Italia accoglieva la scarica in petto che lo fulminava. – Hamanlei, 11 novembre 1935.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 128.

error: Contenuto protetto !!