ALESSANDRINI Pietro

n. 1914 Montefortino ( Ascoli Piceno). Tenente artiglieria s.p.e. (servizio permanente effettivo), 16° raggruppamento artiglieria da 105/28.

Dopo aver conseguito la maturità classica presso il Liceo Fermo in Ascoli Piceno, nell’ottobre 1935 fu ammesso nell’Accademia Militare di Torino e due anni dopo ne uscì col grado di sottotenente di artiglieria in s.p.e. Il 1° ottobre 1937 fu destinato alla Scuola di Applicazione Artiglieria e Genio per frequentarvi il corso e nell’ottobre 1939, promosso tenente, venne assegnato al 10° arttiglieria C.A. (Contraerea). Trasferito al 16° raggruppamento artiglieria C.A. celere, partì per la Libia e sbarcò a Tripoli il 26 febbraio 1941. Nell’autunno dello stesso anno, al comando della 7^ batteria da 105/28 prese parte alla battaglia di Tobruk. Circondato da forze nemiche soverchianti rifiutò di arrendersi e combatté fino a quando fu mortalmente colpito. L’Università di Napoli, presso la quale egli era iscritto nella facoltà di ingegneria, nel novembre 1945 gli conferì alla memoria la laurea  honoris causa.

Comandante dì batteria da 105/28, durante la battaglia di Tobruk rifulgeva per elevate doti di coraggio, sprezzo del pericolo ed ardimento. In una aspra violenta azione, nel corso della quale preponderanti forze corazzate avversarie irrompevano sulla posizione della batteria, batteva senza tregua i carri armati nemici, danneggiandone numerosi. Circondato, respingeva sdegnosamente l’ingiunzione di resa e continuava con i superstiti, rincuorati dal suo indomito coraggio, l’impari lotta, salvando, con atti di eroismo senza pari e con larghissimo tributo di sangue, i suoi pezzi. Colpito a morte da una raffica di mitragliatrice, cadeva da prode. Sud di Tobruk (A.S.) (Africa Settentrionale), 27 novembre 1941. (D.P. 29 agosto 1965).


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume terzo individuali (1941-1981), [Tipografia Regionale], Roma, 1982, p.23. (D.P. 29 agosto 1965).