NACCI Mario

n. 1913 Lecce. Sotto tenente in s. p.e. (servizio permanente effettivo) di fanteria, II battaglione arabo – somalo.

Conseguito il diploma di ragioniere nella sua città natale, frequentava volontario la Scuola allievi ufficiali di complemento di Lecce il 31 ottobre 1932 uscendone sottotenente il 15 giugno 1933. Compiuto il servizio di prima nomina nel 44° reggimento fanteria, veniva collocato in congedo nel gennaio 1934. L’anno seguente, richiamato a domanda, partiva per l’Africa Orientale e sbarcava a Mogadiscio il 9 gennaio. Destinato alla 1^compagnia del II battaglione arabo-somalo del 2° raggruppamento si distingueva nelle operazioni dell’Ogaden e dell’Harrarino.

Altre decorazioni: Trasferito in s.p.e. per merito di guerra (1936).

Volontario in A.O. (Africa Orientale), partecipava con entusiasmo a numerosi combattimenti, dando costanti prove di singolare ardimento ed insigne valore. Conscio dell’importanza di una operazione contro agguerrite formazioni ribelli, dopo aver bravamente fronteggiato l’urto nemico trascinava i propri ascari in un impetuoso contrattacco, riuscendo a travolgere l’accanita resistenza dell’avversario. Ferito mortalmente all’addome ed al petto, mentre per primo poneva piede in un trincea nemica, respingeva quanti gli prodigavano aiuto, continuando, in un supremo sforzo, l’inseguimento del nemico in fuga, sempre infiammando ed incitando gli ascari al combattimento. Chiudeva così, con la visione del nemico in fuga, la sua fulgida esistenza, sempre volta al più puro amor di Patria.- Arbà Gergertù, 10 novembre 1936.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 203.

error: Contenuto protetto !!