GIORGI Loris

n, a Carrara il 3 febbraio 1924 (Wikipedia). Partigiano combattente.

Nato da famiglia di operai, ultimati i corsi d’avviamento professionale a Carrara, trovò lavoro in un locale stabilimento come elettromeccanico. L’armistizio dell’8 settembre 1943 lo spinse a seguire sui monti dell’Apuania le prime squadre di combattenti per la libertà. Fece parte in seguito della formazione Ulivi come ispettore, col grado equiparato a sottotenente.

Figlio di una famiglia di valorosi duramente provata nella lotta partigiana, forniva, come combattente della libertà, ripetute e numerose prove di fede e di ardire. Nel corso di un cruento combattimento si slanciava animosamente per aprire ai suoi un varco attraverso il cerchio dei nemici; seriamente ferito continuava a combattere strenuamente a distanza avvicinata. Nuovamente ferito al capo si rialzava ancora lanciando le sue ultime bombe a mano ed animando con il suo valore la resistenza dei compagni. La chiusura vittoriosa della giornata coronava l’olocausto della sua giovane e nobile vita. Codena (Carrara), 30 novembre 1944.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 582.