AMMANNATO Athos

n. a Roma l’11 novembre 1911 (Wikipedia). Capitano s.p.e. A.A. (servizio permanente effettivo Arma Aeronautica), pilota.

Valente sportivo oltre che intrepido pilota, dopo essere stato allievo nel Collegio Militare di Roma entrava, nell’ottobre 1931, all’Accademia Aeronautica di Caserta da cui usciva sottotenente pilota il 6 settembre 1934. Assegnato all’8° stormo da bombardamento e promosso tenente nel luglio 1935, quattro mesi più tardi partiva per la Somalia sbarcando a Mogadiscio il 29 novembre. Rimpatriato due anni dopo e promosso capitano, otteneva di essere inviato in Spagna. Trasferito nel luglio 1939 al 41° stormo da bombardamento, assumeva il comando della 235^ squadriglia. Da un aeroporto della Sicilia all’entrata dell’Italia in guerra, si trasferì col reparto in Cirenaica nell’ottobre successivo.

Altre decorazioni: M.A. (Medaglia Argento) (A.O. (Africa Orientale), 1935-36); M.A. (Cielo di Spagna, 1938-39); M.A. (Cielo del Mediterraneo Centrale, 1940); M.B. (Medaglia Bronzo) (A.O., 1936-37).

Intrepido comandante di squadriglia, baldo combattente di tre guerre, quattro volte decorato al valor militare, volontario per le più aspre ed ardite azioni belliche, aveva portato sempre brillantemente a termine in un’aura di entusiasmo e di fede, tra i rischi più gravi, tutte le missioni affidategli. Sulla via del ritorno da un volo di guerra alturiero, compiuto su velivolo terrestre, scompariva nel mare che la sua ala vittoriosa aveva tante volte sorvolato.- Cielo del Mediterraneo e della Marmarica, 11 giugno 1940-20 febbraio 1941.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 575.