BROUSSARD Antonio

n. 1920 Mongiana (Catanzaro). Soldato scelto, 49° reggimento fanteria.

Appartenente a famiglia di alti sentimenti patriottici, veniva chiamato alle armi il 16 marzo 1940, e dopo un periodo di addestramento presso il Deposito del 49° reggimento fanteria cui era stato destinato, raggiungeva nel settembre successivo il reggimento mobilitato allora dislocato in Albania. Nominato soldato scelto veniva assegnato al plotone collegamenti della compagnia comando del I battaglione in qualità di porta ordini. Mortalmente ferito il 18 novembre 1940 nel generoso tentativo di proteggere il proprio ufficiale ferito, decedeva nell’Ospedale di Tirana tre giorni dopo.

In più giorni di aspri combattimenti contro nemico soverchiante, dava costante prova di ardimento e di sprezzo del pericolo, offrendo superbo esempio di cosciente valore. Primo nelle più rischiose imprese, volontario nelle più ardite azioni, in un momento particolarmente critico della lotta, animato da indomita volontà di vittoria si lanciava, in testa al proprio reparto, contro l’imbaldanzito avversario, che già aveva posto piede sulla linea e lo affrontava audacemente, incalzandolo con irresistibile lancio di bombe a mano fino a costringerlo a ripiegare. Ferito ad un braccio ed accortosi che il proprio ufficiale, anch’egli ferito, correva rischio di essere nuovamente colpito, con virile decisione e superbo gesto di altruismo, faceva scudo del suo petto contro il nemico. Una raffica di mitragliatrice fulminava in un unico abbraccio il capo ed il gregario.- Varco di Kapestika (Fronte greco), 28 ottobre -18 novembre 1940.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 460.