CUNEO Gildo

n. 1914 Genova. Tenente complemento fanteria, 39° reggImento fanteria.

Iscritto alla facoltà di giurisprudenza nell’Università di Geneva, fu ammesso nel novembre 1934 alla Scuola allievi ufficiali della specialità alpini a Bassano. Nominato sottetenente nel 1935 e destinate al 4° reggimento alpini, nel giugne 1936 venne congedato. Laureatosi l’anno dopo, iniziava nello studio paterno la pratica notarile. Richiamato per mobilitazione nel 1941, raggiunse il 4° alpini allora impegnato sul fronte greco-albanese. Rientrato al deposito poco dopo e promesso tenente, chiese di essere inviato nuovamente in zona di operazioni e nell’ottobre dello stesso anno partì per l’A.S. (Africa Settentrionale). Destinato al 39° fanteria assumeva il comando della 5^ compagnia.

Comandante di compagnia fucilieri costituita a caposaldo, sotto l’incalzare di eventi sfavorevoli, in tre giornate di dura lotta, attaccato da forze soverchianti, ne stroncava ripetutamente l’impeto infliggendo allavversario sensibili perdite. Al quarto giorno, sconvolte quasi tutte le postazioni delle armi automatiche ed anticarro, caduti quasi tutti i suoi uomini, ferito e circondato, insieme con gli ultimi superstiti, rifiutava sdegnosamente di arrendersi e si difendeva strenuamente con lancio di bombe a mano, finché sopraffatto e trafitto da numerosi colpi di baionetta, consacrava il suo eroismo col supremo sacrificio della vIta. Carmuset Belaodeach Tobruk (A.S.), 21-25 novembre 1941.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 744.