INGRELLINI Mario

n. a Lucca il 21 aprile 1915 (Wikipedia). Tenente complemento, A.A. (Arma Aeronautica), pilota.

Diplomatosi in ragioneria e già iscritto alla facoltà di scienze economiche nell’Università di Firenze, interrompeva gli studi nel 1936 per arruolarsi volontario nell’ A.A. in qualità di allievo ufficiale pilota. Conseguito nel gennaio 1938 il brevetto di pilota militare e promosso sottotenente era assegnato al 19° stormo O.A. (Osservazione Aerea) nel febbraio 1939 veniva collocato in congedo. Poco dopo, richiamato a domanda e frequentata la Scuola bombardamento, passava al 36° stormo B.T. (Bombardamento Terrestre) e in seguito, dal 14 febbraio 1940, al 46°, dove si trovava alla dichiarazione di guerra. Combatté nei cieli di Francia e nel Mediterraneo Occidentale, quindi passò col reparto, la 253^ squadriglia da bombardamento, all’Aeronautica dell’Albania nel novembre 1940. Rimpatriato nell’aprile 1941, nel dicembre successivo fu promosso tenente e trasferito in A.S. (Africa Settentrionale). Rientrato infine alla 5^ squadriglia in Pisa, passò a domanda nella specialità aerosiluranti e precisamente nel 36° stormo.

Altre decorazioni: M.B. (Medaglia Bronzo) (Cielo Mediterraneo e della Grecia, giugno – dicembre 1940).

Ufficiale di complemento, già decorato al valore militare per l’eroico suo comportamento su altri fronti, assolveva brillantemente rischiose missioni belliche fortemente contrastate. Capo equipaggio di velivolo aerosilurante, alla vigilia di un’azione contro una potente formazione navale nemica esprimeva la decisione di attaccare a costo di ogni sacrificio la portaerei di scorta. Durante l’attacco fu visto sdegnare due bersagli favorevoli e, benché già in fiamme, puntare decisamente contro l’obiettivo prefisso che colpiva col siluro. Sottrattosi al fuoco nemico, impossibilitato ormai, date le condizioni del velivolo, a rientrare alla base, fu visto ripiegare nuovamente verso le navi ed infrangersi contro le murate di una di esse. Esempio sublime di eroismo e di sereno spirito di sacrificio. Cielo del Mediterraneo Occidentale, 4 febbraio 194114 giugno 1942.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 31.