LORDI Renato

n. 1894 Napoli. Capitano in servizio permanente effettivo di fanteria, VI battaglione arabo – somalo.

Nell’ottobre 1912, appena diciottenne, iniziava la carriera militare nell’Arma dei CC. (Carabinieri) e nel luglio 1916, poco dopo avere raggiunto il grado di brigadiere, veniva trasferito al R.C.T.C. (Regio Corpo Truppe Coloniali) della Cirenaica. Promosso sottotenente di fanteria in servizio permanente effettivo nel marzo 1919, partecipava alle operazioni di grande polizia coloniale con l’81° fanteria, poi, in Tripolitania, col IV e col VI battaglione libico. Rientrato in Italia nel 1922, partecipava alla spedizione di Corfù col 15° fanteria nel 1923. Capitano nel 1930, tre anni dopo era assegnato al Ministero della guerra, e a domanda nel marzo 1935 al R.C.T.C. della Somalia. Sbarcava a Mogadiscio il 20 marzo, destinato al VI battaglione arabo-somalo ove assumeva il comando della 2^ compagnia.

Comandante di una compagnia indigeni, conscio che dallazione di essa dipendeva il progresso del proprio battaglione duramente impegnato, guidava personalmente i suoi ascari all’attacco di trinceramenti nemici potentemente muniti, conquistandoli. Poi, di sua iniziativaincurante del pericolo, si slanciava all’assalto di altra e più forte posizione nemica, alla testa della sua compagnia. Colpito a mortevolle rimanere sul posto per incitare i suoi ascari ad avanzare e, prima di morire, raccogliendo tutte le sue forze, invocava la vittoriarammaricandosi di non poterla cogliere alla testa della sua compagnia. Mirabile esempio di consapevole tenace ardimento e di generosa abnegazione. Birgot, 24 aprile 1936.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 171.