LUPERI Miro

n. a San Giuliano Terme (Pisa) il 29 aprile 1911 (Wikipedia). Partigiano combattente.

Nato da famiglia di modesti operai, si avviò al lavoro fin dalla più giovane età. Assolse gli obblighi di leva in Marina, quale allievo trombettiere nel C.R.E.M. (Corpi Reali Equipaggi Marittimi) a Venezia, dal febbraio 1931 all’agosto 1933, quindi fu assunto come operaio nell’Arsenale della Marina militare a La Spezia. Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, si rifugiò sui monti della Garfagnana e si arruolò nel marzo 1944 nella Brigata Garibaldi Ugo Muccini, nella quale ebbe il grado equiparato di tenente.

Infaticabile organizzatore ed ardito combattente della lotta partigiana, ripetutamente si distingueva per atti di abnegazione, di iniziativa e di coraggio. Partecipava, volontario, con una ventina dì partigiani, ad un’azione particolarmente rischiosa, conquistando arditamente una importante posizione montana. Due compagnie tedesche contrattaccavano allora da più lati determinando una situazione oltremodo difficile. Con generoso slancio decideva di sacrificarsi per consentire la ritirata ai compagni. Rimasto solo sulla posizione sosteneva lungamente viva azione di fuoco mantenendo impegnati i nemici ed infliggendo loro numerose perdite. Continuava intrepido a battersi sino a che, quasi esaurite le munizioni ed assicurata la salvezza dei suoi, cadeva da prode sulla cima da lui difesa con leggendario coraggio. Monte d’Animo (Garfagnana), 28 novembre 1944.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 579.