BERNARDINI Pietro

n. 1914 Prepotto (Udine). Sottotenente complemento fanteria, 82° reggimento fanteria.

Iscritto alla facoltà di economia e commercio nell’Università di Roma, veniva ammesso nel gennaio 1940 al corso allievi ufficiali di complemento presso il 52° reggimento fanteria e nell’agosto dello stesso anno era promosso sottotenente. Assegnato all’82° fanteria mobilitato e trattenuto in servizio, partiva il 18 luglio 1941 per la Russia col reggimento inquadrato nella Divisione Torino.

Comandante di plotone cannoni anticarro, già distintosi in precedenti fatti d’arme per capacità e valore, nel corso di un aspro combattimento portava il reparto con prontezza e decisione oltre la linea dei fucilieri per meglio colpire le feritoie di insidiose postazioni nemiche, che ostacolavano duramente l’avanzata. Avuto distrutto un cannone, caduti i serventi, benché ferito prima ad un braccio e poi ad una gamba, si trascinava carponi all’altro pezzo e personalmente ne dirigeva il fuoco annientando una postazione avversaria. Assalito in contrattacco da ingenti forze nemiche che minacciavano accerchiarlo, e ferito una terza volta, sebbene indebolito dal sangue perduto, rimaneva sereno al suo posto incitando con la parola e con l’esempio gli unici due superstiti a combattere fino all’ estremo. Al nemico, che ormai vicinissimo, gli intimava la resa, rispondeva col fuoco. Colpito a morte cadeva accanto al suo cannone che aveva strenuamente difeso. Wolinzewo q. 129 (Fronte russo), 6 dicembre 1941.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume primo (1929-1941), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 757.