BROSADOLA Lorenzo

n. a Calvi dell’Umbria (Terni) il 18 aprile 1918 (https://www.ana.it/lalpino/cividale-in-ricordo-di-lorenzo-brosadola/). Tenente s.p.e. (servizio permanente effettivo), 8° reggimento alpini.

Conseguito nel 1938 il diploma di ragioniere, fu ammesso nello stesso anno alla Scuola allievi ufficiali di Bassano e nel 1939 venne nominato sottotenente. Assegnato all’8° reggimento alpini, raggiunse il reggimento in Albania ai primi di luglio e trattenuto alle armi a domanda partecipò dal 28 ottobre 1940 alle operazioni di guerra svolte si sul fronte greco-albanese. Ferito il 27 novembre riprese servizio presso il deposito nel luglio 1941 e nel maggio 1942, ritornò al battaglione Gemona dove, con la promozione a tenente, gli affidarono il comando della 69^ compagnia. Il 12 agosto, partiva col reparto per la Russia.

Altre decorazioni: sottotenente in s.p.e. per meriti di guerra (Grecia, 28 ottobre-11 novembre 1940).

Comandante di compagnia alpini, durante un lungo, logorante ripiegamento, era sempre primo, instancabile ed inesauribile, nella lotta più cruenta. Con l’esempio del suo contegno, trascinava gli esausti ed estenuati suoi dipendenti facendone un pugno di eroi. Ferito una prima volta in più parti del corpo non desisteva dalla lotta, riprendendo, dopo sommaria medicazione, il suo posto di combattimento. Nuovamente ferito, rifiutato ogni soccorso, alla testa di un nucleo di valorosi, contrassaltava per aprire un varco al reparto ormai circondato e pressato da ogni parte. Colpito una terza volta scompariva nell’ardente mischia nell’atto di incitare con l’ultimo grido i suoi alpini.  Selenj Jar (Russia), 16 gennaio 1943.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 172.