FOGLI Edgardo

n. a Comacchio (Ferrara) il 23 maggio 1901 (Wikipedia). Partigiano combattente.

Nato da famiglia numerosa in modeste condizioni economiche, dopo aver frequentato le scuole elementari d’obbligo coadiuvò il padre nel mestiere di bottaio. All’età di 19 anni si arruolò volontario nella Guardia di Finanza di Terra, con la ferma di tre anni. Al termine del periodo di addestramento presso la Legione Allievi, il 1° giugno 1920 fu assegnato alla Legione Territoriale di Genova, poi a quella di Firenze e quindi al Centro di Mobilitazione di Bologna dove il 15 marzo 1923 fu congedato. Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, partecipò tra i primi al movimento di resistenza con la 35^ brigata partigiana Garibaldi operante nella zona di Ferrara.

Valoroso combattente partigiano partecipava tra i primi al movimento di resistenza rivelando alte doti di combattente, di organizzatore e di trascinatore. Con il suo battaglione partecipava alle imprese più ardue nella difficile e infida zona delle valli, distruggendo i traghetti avversari e provocando gravi perdite in uomini e materiali. Attivamente ricercato veniva infine catturato e nonostante fosse sottoposto a feroci sevizie, non una parola usciva dalle sue labbra che potesse nuocere alla Resistenza, finché il nemico, inferocito per tanta splendida forza d’animo, barbaramente lo trucidava. Nobilissimo esempio di adamantina fierezza e di ardente amor di Patria. Comacchio (Ferrara), 29 gennaio 1945. (D.P. 11 settembre 1968).


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume terzo individuali (1941-1981), [Tipografia Regionale], Roma, 1982, p.55. (D.P. 29  gennaio 1968).