ORSINI Ercole

n. 7 dicembre 1901 a Teramo. Partigiano combattente.

Dispensato dal compiere la ferma di leva, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 fece parte della formazione partigiana Ammazzalorso operante nella zona del Teramano. Con la qualifica partigiana di Commissario di guerra diede numerose prove di valore nel condurre i suoi uomini al combattimento nella lotta di liberazione.

Commissario di guerra di un gruppo di Divisioni partigiane, mente direttiva, primo nel sacrificio, nell’adempimento, nell’esempio, nell’incitamento e nelle privazioni manteneva elevato nei suoi partigiani il valore negli ideali di libertà. Ideatore illuminato e sagace realizzatore di audaci azioni contro il nemico riusciva a tessere le reti informative per sorprendere e combattere validamente l’avversario. Il 13 dicembre 1943 in località Montorio in uno scontro con gli oppressori della Patria e della libertà, li attaccava di sorpresa, pur essendo superiori in numero e mezzi, riuscendo ad infliggere dure e gravi perdite. Colpito infine da raffiche di mitra cadeva da prode pronunciando parole di sprezzo ai vili traditoriBosco Martese Montorio, 14 dicembre 1943. (D.P. Il giugno 1979).


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume terzo individuali (1941-1981), [Tipografia Regionale], Roma, 1982, p.30. (D.P.11 giugno 1979).