RIZZIERI Bruno

n. 1918 Ferrara. Partigiano combattente.

Operaio meccanico specializzato, chiamato alle armi nel febbraio 1939 ed incorporato nell’Aeronautica fu avviato al Centro Istruzione di Campoformido in qualità di aviere. Assegnato all’Aeroporto di Gorizia, nel maggio 1940 fu trasferito al 13° Deposito Aeronautico  Sanguinetto. Trattenuto alle armi in seguito alla dichiarazione di guerra, partecipò alle operazioni svoltesi sul fronte Italo – Jugoslavo dal 6 al 18 aprile 1941. Trasferito all’Aeroporto di Rimini e poi a quello di Forlì, ivi si trovava all’atto dell’armistizio dell’8 settembre 1943. Sbandatosi in seguito agli avvenimenti che ne seguirono, il 1° ottobre successivo organizzò una formazione partigiana che prese il suo nome e con la quale, assumendo la qualifica gerarchica di capitano, operò contro i tedeschi nella zona di Ferrara.

Patriota di pura fede, primo organizzatore delle forze partigiane della sua zona, primo nelle azioni più rischiose, era di esempio per iniziativa, capacità, coraggio. Nel corso di una difficile azione di sabotaggio condotta insieme ad un commilitone, veniva sorpreso da superiori forze nemiche. Vista la gravità della situazione, faceva porre in salvo il compagno d’arme e affrontava audacemente da solo la pattuglia avversaria usando la sua arma con calma e fredda determinazione. Benché ferito resisteva strenuamente agli attacchi nemici finché, colpito da più raffiche di mitra, immolava generosamente la sua esistenza alla causa della libertà inneggiando alla Patria. Ferrara, 30 aprile 1944. (D.P. 7 novembre 1969).


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume terzo individuali (1941-1981), [Tipografia Regionale], Roma, 1982, p.34. (D.P.7 novembre 1969).