BIANCHI, Mario

Dopo l’otto settembre 1943, quali sono state le ragioni che l’hanno convinta ad essere prima partigiano (GAP) e, poi, in qualità di fante, nell’87° Rgt. fanteria del Gruppo di Combattimento Friuli?  Mi sono trovato preparato per entrare nei GAP ro­mani perché la mia fami­glia era di idee antifasciste. Mio padre, meccanico, aveva un’officina nel quar­tiere S. Lorenzo ove, tra le altre cose, curava la prepa­razione delle biciclette della squadra di Gi­rardengo. Questo lavoro lo aveva reso famoso nel quartiere, ma, […]

Share this... Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Continua a leggere

BONTEMPI, Giuseppe

Nato a Massa il 14 marzo 1913 Quale figlio unico maschio, ero stato esonerato dal servizio militare di leva: nel 1935, a seguito delle operazioni di guerra con l’Abissinia fui chiamato alle armi e presentai domanda di ammissione al Corpo Allievi Ufficiali di Complemento. Fui assegnato al Genio Militare ed invitato a presentarmi alla scuola del 3° Reggimento Genio con sede a Pavia dove mi presentai il 1° giugno 1936. Il corso durò cinque lunghi mesi e il 01/11/36 fui […]

Share this... Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Continua a leggere

COZZOLINO, Francesco

N. a Resina (NA) il 1 agosto 1915 M. a Ercolano (NA) il 15 dicembre 1986 Richiamato alle armi poco prima del congedo dal servizio di leva, nel 1941 partecipava alla campagna in Jugoslavia e dal 1942 sarà di stanza in Corsica con la Divisione Friuli. Dopo l’8 settembre 1943, durante i combattimenti contro i tedeschi, si esponeva volontariamente per minare la strada antistante la posizione della propria batteria, che stava ripiegando sotto intenso fuoco e l’incalzare delle unità nemiche. […]

Share this... Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Continua a leggere

FILIPPELLI, Amedeo

“Sono Amedeo Filippelli, nato a Roma il 27 settembre 1927. Vi racconterò un fatto che mi è accaduto quando avevo l’età di 17 anni, anzi, 16 e mezzo. Assistetti, involontariamente, ma poi con una certa curiosità, al rastrellamento degli ebrei al Ghetto di Roma sul Lungotevere Vallati, vicino alla Sinagoga (16 ottobre 1943). Voglio precisare che, all’epoca, non mi ero mai interessato di politica, nè di fascismo, nè di comunismo, nè di nazismo. Ero un ragazzo semplice che pensava ad […]

Share this... Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Continua a leggere
1 2
error: Contenuto protetto !!