ALASONATTI Osvaldo

n. a Torino il 5 luglio 1922 (Wikipadia). Sottotenente complemento A.A.r.s. (Arma Aeronautica ruolo servizi, partigiano combattente.

Diplomato dall’Istituto magistrale D. Berti di Torino, frequentò il corso allievi ufficiali di complemento dell’A.A., ruolo servizi, presso il battaglione presidiario di Bari dal 18 dicembre 1942. Nominato sottotenente di complemento e destinato all’aeroporto di Caselle Torinese, ivi giunse il 4 luglio 1943. In seguito agli avvenimenti verificatisi successivamente all’8 settembre 1943 in territorio nazionale, partecipò ad operazioni di guerra con le formazioni partigiane piemontesi.

Valoroso combattente della lotta di liberazione, già distintosi per capacità di animatore, decisione di comandante e per leggendario coraggio, cadeva in mani nemiche durante un’azione di rastrellamento. Condannato a venire fucilato nella schiena, chiedeva al comandante tedesco di affrontare la morte da leale soldato. Al rifiuto oppostogli si gettava a testa alta contro il plotone di esecuzione e, colpito alla fronte, cadeva da forte nel nome d’Italia e della Libertà. Torino, 12 ottobre 1944.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 559.