MAFFEIS Benedetto Ippolito

n. a Gazzaniga (Bergamo) il 13 agosto 1920  (Wikipedia). Caporal maggiore, 33° reggimento artiglieria Acqui.

Consegui la licenza elementare nella Scuola del paese natio e per sostenere la famiglia in disagiate condizioni economiche, aiutò il padre nei lavori dei campi. Chiamato alle armi per il servizio di leva nel marzo 1940, fu assegnato alla 1^ batteria del 33° reggimento divisione Acqui. Dal 10 giugno 1940 partecipò alle operazioni di guerra sul fronte alpino – occidentale. Promosso caporale nel luglio e caporal maggiore nell’ottobre successivo, nel dicembre dello stesso anno segui il reggimento in Albania e combatté sul fronte greco – albanese, quindi a Cefalonia dove si trovava con la batteria alla dichiarazione dell’armistizio dell’8 settembre 1943.

Capo pezzo di batteria obici da 100/17 dislocata nell’isola di Cefalonia, all’atto dell’armistizio, accettava con entusiasmo la lotta contro i tedeschi. Durante il trasferimento della batteria verso la zona di schieramento riportava dolorose fratture al braccio nel tentativo di impedire il ribaltamento del proprio pezzo da una scarpata. Ricoverato all’Ospedale da campo e venuto a conoscenza che il combattimento in cui era duramente impegnata la propria batteria volgeva al peggio, malgrado il divieto del personale sanitario, raggiungeva il proprio reparto che veniva successivamente accerchiato da preponderanti forze nemiche. Rimaneva al comando del proprio pezzo sparando a zero ed animando con l’esempio trascinatore i suoi serventi, fino a che veniva colpito in pieno da una raffica di mitragliatrice. Fulgido esempio di generoso consapevole attaccamento al dovere e di sublime ardimento. Mazarakata Dilinata, 8 -22 settembre 1943. (D.P. 20 aprile 1967).


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume terzo individuali (1941-1981), [Tipografia Regionale], Roma, 1982, p.27. (D.P.20 aprile 1967).