BERGHINZ Giovanni Battista

n. a Montecatini Terme (Pistoia) l’8 febbraio 1918 (Wikipedia). Tenente s.p.e. (servizio permanente effettivo) artiglieria, partigiano combattente. Laureato in giurisprudenza dall’Università di Bologna ed ammesso alla Scuola allievi ufficiali di complemento di artiglieria di Lucca nel marzo 1936, fu nominato sottotenente il 1° ottobre 1937 ed assegnato al 1° reggimento artiglieria Divisione celere. Dal luglio 1938 all’ottobre 1939, quale volontario, fu in A.O.I. (Africa Orientale Italiana) nella 3^ compagnia cannonieri dell’Amara. Rientrato in Italia e trasferito nei ruoli del s.p.e. […]

Continua a leggere

BOSI Giannino

n. a Piacenza il 22 febbraio 1920 (Wikipedia). Sottotenente complemento fanteria, partigiano combattente. Studente universitario nella facoltà di scienze economiche, fu chiamato alle armi ‘8 agosto 1942 nel III battaglione di istruzione divisionale in Como. Venne promosso sergente allievo ufficiale l’8 dicembre 1942. Frequentò il corso allievi ufficiali di complemento di fanteria nella Scuola di Avellino dal 15 gennaio 1943 ed ottenne le spalline di sottotenente il 1° settembre dello stesso anno assegnato al 1° reggimento fanteria della Brigata Re. […]

Continua a leggere

CALLEGARINI Giuseppe

n. a La Spezia il 6 settembre 1915 (https://giuseppecallegarini.wordpress.com/). Sottotenente complemento fanteria, partigiano combattente. Laureato in lettere e filosofia nell’Università di Padova nel 1940, si dedicò all’insegnamento nel Liceo classico e nell’Istituto magistrale di Pola. Frequentata la Scuola allievi  ufficiali di complemento di fanteria di Spoleto, fu nominato sottotenente nel marzo 1941 ed assegnato al XXVI settore G.a.F. (Guardia alla Frontiera). L’8 settembre 1943 si trovava in licenza di convalescenza in famiglia a Pola. Entrato a far parte del Comitato […]

Continua a leggere

CANDON Eugenio

n. a Pinzano al Tagliamento (Udine) il 19 settembre 1921 (Wikipedia). Partigiano combattente. Emigrato in Francia fin da ragazzo, esercitò il mestiere di macellaio pur continuando ad approfondire la propria istruzione frequentando l’Università operaia di Villejuif. Per la sua attività nelle organizzazioni giovanili comuniste subì il carcere durante la occupazione tedesca in Francia dopo l’armistizio del 1940. Consegnato alle autorità italiane fu inviato al confino di polizia, ma fu liberato nel luglio 1943. Ripresa la attività politica nella zona prealpina […]

Continua a leggere
1 2 3 5