FORMISANO Pasquale

n. 1926 Napoli. Partigiano combattente.

Durante la rivolta contro le forze militari tedesche che avevano occupato Napoli, fuggì di casa e procuratosi un fucile mitragliatore e due bombe a mano, prese il suo posto fra i combattenti, appostandosi all’angolo di via d’Afflitto con via Roma. Apparso un mezzo corazzato nemico, non esitò un istante ad affrontarlo da solo, in mezzo alla via e a breve distanza. Dopo un istante di esitazione e di sorpresa da parte dell’equipaggio, cadde crivellato di colpi.

La sua mano non tremò nell’epico gesto e con la bomba lanciò anche il suo cuore contro il ferrigno strumento di guerra tedesco che, seminava la morte tra il popolo insorto. Colpito da mitraglia nemica, immolò in suprema dedizione alla Patria la giovane esistenza ed il suo olocausto si scolpì ad eterna memoria nell’anima di Napoli che nelle giornate della leggendaria insurrezione vibrò di entusiasmo e di dolore che sono la vera gloria dei suoi figli, soli artefici della sua vittoria. Napoli, 28 settembre 1943.


Gruppo Medaglie d’Oro al Valore Militare, Le Medaglie d’oro al Valore Militare, volume secondo (1942-1959), [Tipografia Regionale], Roma, 1965, p. 331.